Image

PERCORSO DI GARA

15,3 km. 790 mt di dislivello positivo, 1200 mt sanpietrini, 2,4 km asfalto, il resto fra sterrati e sentieri.

Image
Image

Si parte dalla Piazza SS. Cosma e Damiano e via San Pietro Alli Marmi, imboccando sulla sinistra Via Badia, per iniziare l'ascesa (impegnativa) verso la chiesetta di San Donato (km 3,5) in uno dei punti più suggestivi dell'omonimo Parco.

Quindi si ridiscende per uno sterrato che attraversa il torrente Cuccaro e, attraversata la provinciale, si prende un sentiero in ascesa (circa 2 km agevoli) che porta prima alla centrale fotovoltaica e poi alla zona panoramica detta 'i ripetitori' (km 9) per la presenza appunto di numerosi ripetitori.

 Il sentiero poi scende a valle nuovamente verso Eboli, fino a rientrare, attraversando alcuni uliveti, un tratto di provinciale (da percorrere nella zona pedonale limitata da transenne) e, attraverso un altro sentiero, alla Piazza Cosma e Damiano, dove è posto l’arrivo.si risale Via S. Pietro alli Marmi, lasciando sulla sinistra l’omonimo convento (XIII secolo): ci si dirige (sulla destra) nella zona 'Ermice' sulle sponde del torrente Tufara: lo si attraversa su un ponticello in legno e ci si 'arrampica verso l'altro versante della collina.

È il passaggio (circa 1 km) più suggestivo ma anche il più impegnativo di tutto il percorso: è vietato sorpassare gli altri concorrenti; nel tratto più impervio (circa 100mt) è sconsigliata la corsa.

Raggiunto l'altro versante della collina si incontra una discesa, da percorrere con attenzione nei primi 300mt (22,5%); si continua per 1 km fino a ritornare in Piazza Cosma e Damiano, all’arrivo, nei pressi delle Antiche Fornaci Romane.